The determinants of household debt: a cross-country analysis

19 novembre 2014

Il paper studia le determinanti del rapporto tra il livello di indebitamento delle famiglie e il Pil in 32 paesi (tra cui l’Italia) tra il 1995 e il 2011. L’indebitamento delle famiglie è superiore nei paesi con un reddito pro-capite più elevato e con un grado di ricchezza delle famiglie maggiore. Anche la qualità della legislazione fallimentare influenza positivamente il debito familiare, di contro tempi più lunghi di risoluzione delle procedure di insolvenza sono caratterizzati da un livello di indebitamento più basso rispetto al Pil. Le variabili demografiche (tasso di crescita della poolazione e aspettativa di vita) non risultano statisticamente significative.  

HouseholdDebt

Economic-Financial Literacy and (sustainable) pension reforms: why the former is a key ingredient for the latter

17 novembre 2014

Il paper evidenzia le connessioni tra alfabetizzazione finanziaria e riforme economiche. Queste ultime incidono in profondità sui comportamenti e sulle decisioni delle persone e la loro efficacia dipende in misura rilevante dalla capacità dei cittadini di condividerne la necessità, il loro disegno generale e gli obiettivi finali. Senza conoscenza di base da parte dei cittadini, le riforme rischiano di avere poco o nessun effetto. Ciò è particolarmente vero nel settore della previdenza a causa del profondo impatto sui piani di vita delle persone. La riforma italiana delle pensioni del 2011 è un esempio calzante.

Scarica EducazioneFinanziaria_PoliticaEconomica

 

A Reporting Standard for Defined Contributions Pension Plans

17 novembre 2014

Il paper propone un modello di proiezione delle prestazioni previdenziali da inviare all’aderente di un fondo pensionistico a contribuzione definita. Le proiezioni pongono l’accento sugli effetti futuri derivanti dalla scelta della linea di investimento (quindi della sottostante asset allocation) e vengono confrontati con un investimento senza costi per evidenziare l’impatto delle commissioni. Vengono inoltre riproposti i risultati degli anni precedenti, sia in termini di risultati attesi sia in termini di risultati effettivamente conseguiti dall’aderente.

Scarica PBS_InformativaAderenti

Are Sovereing Wealth Funds Contrarian Investors?

01 novembre 2014

Il working paper analizza la reazione alle crisi finanziarie delle scelte di investimento dei fondi sovrani. L’analisi è stata effettuata su un campione di 29 fondi sovrani e prende a riferimento il periodo 1995-2010. Questa categoria di investitori istituzionali preferisce allocare le proprie risorse nelle economie dei paesi più sviluppati che dispongono di mercati finanziari e di sistemi giudiziari efficienti. Le stime mostrano la prevalenza di strategie di investimento contrarian da parte dei fondi sovrani, con effetti stabilizzatori dei corsi azionari nei mercati soggetti a periodi di incertezza.

SWFContrarian

Il finanziamento degli investimenti a lungo termine: iniziative in corso e principali linee di intervento

01 novembre 2014

Il tema del finanziamento degli investimenti a lungo termine è al centro dell'agenda delle autorità di politica economica; è tra le priorità della Presidenza italiana dell'Unione europea. Il lavoro presenta le principali iniziative internazionali in materia e mette in rilievo le tre direttrici di azione più promettenti: (i) rilancio del credito bancario, anche attraverso una ripresa delle cartolarizzazioni; (ii) promozione della finanza non bancaria, con incentivi al capitale di rischio, sviluppo di intermediari specializzati e maggiori informazioni sulle imprese; (iii) uso efficiente delle risorse pubbliche, attraverso garanzie sui prestiti, incentivi fiscali e strumenti finanziari comunitari.

LTFI