PISA 2012 Results: Students and Money. Financial Literacy Skills for the 21st Century (Volume VI)

13 ottobre 2014

L’OCSE ha reso noti i risultati dell’Indagine PISA (Program for International Students Assessment) in materia di educazione previdenziale. L’indagine è stata effettuata su un campione di 29.000 studenti di 18 paesi. Lo studio evidenzia notevoli differenze tra i vari paesi, soltanto 1/10 degli studenti intervistati è in grado di rispondere correttamente alle domande più difficili del test PISA relative all’educazione finanziaria. Per quanto riguarda le differenze all’interno di ciascun paese, la differenza è spiegata per il 37% dal tipo di scuola frequentato dall’intervistato. Rilevanti gap nelle conoscenze finanziarie si registrano sia tra studenti immigrati e non , sia tra donne e uomini, con gli appartenenti al secondo gruppo che performano meglio rispetto al primo in entrambi i casi.

PISA 2012 Results: Students and Money. Financial Literacy Skills for the 21st Century (Volume VI)

Global Alternative Survey 2014

13 ottobre 2014

La survey condotta da Towers Watson e Financial Times stima in 5.7 trilioni di USD le risorse allocate in investimenti alternativi. Il principale asset alternativo è rappresentato dagli immobili in cui risulta allocato il 31% del totale degl investimenti in strumenti alternativi. I Fp rappresentano il principale utilizzatore di tali impieghi, essi, infatti, allocano in tali strumenti il 33% delle proprie risorse.

Global Alternative Survey 2014

Benchmarking Long Term Investment in Infrastracture. Objectives, Roadmap and Recent Progress

13 ottobre 2014

Lo studio condotto da EDHEC-RISK INSTITUTE propone una metodologia di costruzione di benchmark per gli investimenti infrastrutturali che consenta agli investitori di integrare pienamente tale classe di attivo nei modelli ALM, oltre che una corretta valutazione dei requisiti patrimoniali richiesti.

Benchmarking Long Term Investment in Infrastracture. Objectives, Roadmap and Recent Progress

The impact of regulating occupational pensions in Europe on investment and financial stability

13 ottobre 2014

Il paper analizza gli effetti che si avrebbero sull’operatività dei Fp con le proposte contenute nella nel nuovo testo della direttiva Iorp. In particolare due sono gli aspetti presi in esame: l’introduzione di requisiti minimi di solvibilità sulle scelte allocative (proposta al momento accantonata) e la possibilità che tali correttivi possano provocare politiche di investimento procicliche. Con riferimento al primo aspetto lo studio mette in evidenza il rischio di una rivisitazione dell’asset allocation strategica in senso più conservativo, vale a dire una ristrutturazione degli investimenti a favore di impieghi meno rischiosi. La misura dello shifting dipenderebbe dal quadro regolamentare dei diversi paesi. Viene inoltre confermato il rischio che l’allocazione delle risorse possa risultare maggiormente dipendente dal ciclo economico, anche se l’impatto di tale effetto dipernderà da come la direttiva verrà materialmente implementata nei paesi Ue.

The impact of regulating occupational pensions in Europe on investment and financial stability

 

Technical progress, retraining cost and early retirement

13 ottobre 2014

Lo studio evidenzia l’impatto dell’innovazione tecnologia sulle scelte di pensionamento. Lo sviluppo tecnologico ha un duplice effetto sull’offerta di lavoro: nella misura in cui è accompagnato da salari più elevati, favorisce la permanenza nel mercato del lavoro (“effettosalario”); quanto più lo sviluppo tecnologico induce una rapida erosione del capitale umano, tanto più ne discende un ricorso elevato al prepensionamento (“effetto erosione”). Utilizzando i dati della Health and Retirement Study, survey relativa agli USA, il paper evidenzia che nei settori sottoposti a forti cambiamenti tecnologici l’effetto salario è dominante: l’opportunità creata da retribuzioni più alte spinge i lavoratori a riqualificarsi. Di contro, nei comparti soggetti a un progresso tecnologico più lento i lavoratori non sono incentivati a contrastare l’obsolescenza delle proprie conoscenze professionali e tendono quindi ad abbandonare il mercato del lavoro con più elevata probabilità.

Technical progress, retraining cost and early retirement