Scale Economies in Pension Funds Investments: A dissection of Investment Costs Across Asset Classes

03 giugno 2015

Il working paper pubblicato dalla Banca centrale dei Paesi Bassi evidenzia l’esistenza di importanti economie di scale nel settore delle commissioni di gestione finanziaria. I dati, basati su un campione di 225 Fp occupazionali per 928 mld di euro di asset gestiti, quantificano le economie di scala in 6,67 basis point per i Fp di maggiore dimensione. Le economie di scala sono più elevate per i portafogli obbligazionari, azionari e per le commodity; di contro sono molto ridotte nel caso del private equity, del private debt e dei fondi hedge.

ScaleEconomiesInPensionFundsInvestments:ADissectionOfInvestmentCostsAcrossAssetClasses

Are Americans of All Ages and Income Levels Shortsighted About Their Finances?

26 maggio 2015

Il paper del Center for Retirement Research (Boston College) evidenzia come, nel compiere le scelte di natura finanziaria, comprese quelle pensionistiche, le famiglie americane, senza differenze sostanziali di reddito ed età, siano guidate in prevalenza da considerazioni di breve periodo. In particolare, le scelte di risparmio previdenziale tendono ad essere posposte a vantaggio di forme di risparmio più orientate al breve periodo. Gli autori concludono che per stimolare il risparmio pensionistico la migliore soluzione sia quella di rendere automatica l’adesione.

AreAmericansOfAllAgsAndIncomeLevelsShortsightedAboutTheirFinances

 

Pension expectations and reality. What do Italian workers know about their public pension benefits

01 maggio 2015

Il working paper pubblicato dal Dipartimento di Economia dell’Università di Bologna stima la differenza tra l’aspettativa del futuro trattamento pensionistico e l’effettiva pensione che si andrà a percepire sulla base delle regole attualmente in vigore. I lavoratori hanno modificato le loro aspettative sulla base dei provvedimenti adottati nel corso degli anni, passando da una generale sovrastima della pensione a una situazione di sottostima, dovuta essenzialmente alla scarsa conoscenza del meccanismo che lega l’età di pensionamento all’evoluzione dell’aspettativa di vita.

PensionExpectationsAndRealityWhatDoItalianWorkersKnowAboutTheirPublicPensionBenefits

Pre-retirement saving and the extension of working life. A model based assessment of the impact of low interest rates

01 aprile 2015

Il working paper pubblicato dalla Dg Occupazione, Affari sociali e Inclusione della Commissione europea, cerca di studiare quali effetti si siano prodotti sul mercato del lavoro e sui livelli di risparmio, in particolare per i lavoratori più anziani, a seguito delle politiche monetarie espansive che hanno prodotto una forte diminuzione dei tassi di interesse. Le difficoltà economiche degli ultimi anni si sono risolte in un forte aumento dei tassi di disoccupazione per i lavoratori più anziani, di contro i livelli di risparmio da loro accumulati non sembra abbiano risentito particolarmente del nuovo contesto monetario. I bassi tassi di interesse hanno stimolato o ridotto il risparmio dei lavoratori più anziani? Inoltre, potrebbero avere incentivato l’allungamento delle carriere lavorative, soprattutto nel caso in cui le strategie di risparmio si siano orientate a mantenere un adeguato tenore di vita anche una volta in pensione?

PreRetirementSavingsAndTheExtensionOfWorkingLifeAModelBasedAssessmentOfTheImpactOfLowInterestRate

Immunization and hedging of longevity risk

01 aprile 2015

Il working paper pubblicato dal Cerap (Centre of Excellence in Population Ageing Research) si sofferma sulle modalità di copertura del rischio di longevità. Lo studio evidenzia come la più efficiente modalità di copertura di tale rischio sia l’emissione di longevity bond, poiché meglio allineati alla duration prolungata che caratterizza le rendite vitalizie.

ImmunizationAndHedgingOfLongevityRisk