Home > Blog > Pronti alla IORP2? Quando e come adeguarsi… Ipse dixit!

Blog Mefop

Pronti alla IORP2? Quando e come adeguarsi… Ipse dixit!

07/09/2020 - Lorenzo Ciceronessun commento

Viste le direttive Covip del 29 luglio scorso è possibile definire in maniera più compiuta il quadro della normativa di attuazione della IORP2. Le istruzioni di vigilanza non si discostano molto dallo schema posto in consultazione da Covip nel marzo del 2019, pertanto, sulla scorta di quelle indicazioni seppur non definitive, i fondi pensione hanno già avviato da tempo una serie di valutazioni sui necessari adempimenti.

Novità della deliberazione Covip del 29 luglio

Analizziamo in via di sintesi le principali novità della deliberazione del 29 luglio rispetto all'originaria bozza di direttive.

Sotto il profilo degli assetti documentali, una prima differenza consiste nel venir meno delle informazioni di sintesi sulla politica di gestione dei conflitti di interesse dall’ambito del Documento sul sistema di governo; pertanto la policy di gestione dei conflitti di interesse sarà parte unicamente del Documento sulle politiche di governance non destinate alla pubblicazione.

Nell’ottica di creare un sistema di governo con procedure ben definite è, inoltre, espressamente richiamata l’obbligatorietà di dotarsi di un manuale operativo delle procedure da redigere entro la data di approvazione del bilancio 2020 e da tenere costantemente aggiornato.

Sul versante invece dell’organizzazione del sistema dei controlli interni, viene contemplata l'eventualità di una funzione di compliance (in rispondenza a diverse realtà in cui tale figura è già prevista) che però risulta assolutamente facoltativa, in quanto non prescritta dalla normativa, a differenza delle funzioni fondamentali da istituire entro l’anno obbligatoriamente. Si ricorda che tali sono unicamente le funzioni di gestione del rischio, la revisione interna e (ove necessario) quella attuariale.

Sul versante dei controlli sono inoltre meglio definiti i compiti del Collegio sindacale.

Quest’ultimo, in particolare, è tenuto a comunicare a Covip le eventuali irregolarità riscontrate nell’adempimento delle proprie funzioni, esercita una supervisione sull’attività della funzione di revisione interna (esaminando le relazioni periodiche e ogni comunicazione prodotta) e su quella della eventuale funzione di compliance. È opportuno che tale organo sia sentito in merito alle decisioni relative alla nomina della funzione di revisione interna e a quella della funzione di compliance (ove prevista).

Tenuto conto delle dimensioni, natura, portata e complessità delle attività del fondo pensione, i compiti della funzione di revisione interna possono essere affidati all’organo di controllo. Si ritiene che tale possibilità sussista anche nel caso in cui il collegio sindacale svolga la funzione di controllo contabile.

In tema di politiche scritte, con particolare riguardo alla remunerazione, l’Autorità ha precisato che occorre dare evidenza di eventuali incarichi conferiti gratuitamente e nel rispetto del principio di sana, prudente ed efficace gestione. Tale politica andrà adottata entro il 2020 e sarà oggetto di pubblicazione nell’ambito del Documento sul sistema di governo (da pubblicare unitamente al bilancio 2020).

Si ricorda che per la governance dei fondi aperti si attende l’emanazione in via definitiva delle relative istruzioni di vigilanza Covip.

Contestualmente alle Direttive per gli adeguamenti alla IORP2 è stato emanato, sempre con deliberazione del 29 luglio scorso, il nuovo regolamento sulla procedura sanzionatoria. Per il resto, si attende l’emanazione a breve dei nuovi schemi di statuto/regolamento e delle nuove Istruzioni in tema di trasparenza (all’interno della pillola Mefop allegata è riportato uno schema dei provvedimenti Covip oggetto di revisione/consultazione).

Naturalmente l’aspetto saliente delle Direttive in commento riguarda la ridefinizione della tempistica di adeguamento.

Di seguito un prospetto di sintesi.

Le iniziative Mefop

In linea di continuità con il percorso già avviato in merito al monitoraggio della evoluzione normativa operata con la direttiva comunitaria 2016/2341 UE, Mefop ha intenzione di proseguire le riunioni tecniche dirette a stimolare il confronto con gli operatori del settore al fine di favorire lo scambio virtuoso di vedute circa l’adeguamento al quadro normativo che va delineandosi, tenute in debita considerazione le prescrizioni Covip.

I tavoli sono stati aperti alla partecipazione di tutti i soggetti che a vario titolo gravitano intorno all’universo della previdenza complementare (associazioni di categoria, operatori di settore, professionisti).

L’avvio dei tavoli, svolto il 13 novembre 2019, ha rappresentato l’occasione per un primo scambio di riflessioni sull'individuazione di linee comuni al sistema con riguardo a obiettivi del fondo pensione, definizione dei processi (MOP), dei relativi rischi e controlli attivabili per pervenire alla elaborazione di linee guida in materia di politiche scritte.

I tavoli di lavoro Mefop in sintesi affrontano i seguenti temi:

  • rischi e controlli attivabili su adesione, contribuzione e prestazioni (avviato il 13.11.2019) 
  • rischi e controlli attivabili sul processo di investimento (19.12.2019)
  • politiche di Esternalizzazione, Remunerazione (esempi già diffusi tra i partecipanti al tavolo a luglio 2020)
  • politiche attuariali

Resteranno poi da sviluppare le questioni relative all’aggiornamento del documento sui conflitti di interesse, i presidi sicurezza informatica e piani di emergenza.

Per partecipare ai lavori ed essere informato circa le prossime iniziative, scrivi a cicero@mefop.it o a motroni@mefop.it

 

WORKSHOP DI OTTOBRE

In tema di controlli attivabili sulle procedure di gestione delle posizioni di previdenza complementare in chiave IORP2 e di esame dei nuovi schemi di statuto/regolamento, un utile momento di formazione e di confronto per tenersi al passo con novità normative e best practices si avrà con i workshop in materia di procedure, modulistica e vincoli per i fondi pensione

 

CORSI DI FORMAZIONE IN PARTENZA

Come ogni anno, Mefop organizza una serie di corsi avanzati dedicati agli operatori del settore. Oltre ai classici corsi dedicati alla gestione finanziaria e agli strumenti d’investimento, particolare attenzione sarà rivolta al tema del risk management in ambito finanziario e operativo.

Il percorso di approfondimento inizierà il 18 settembre per concludersi a gennaio e sarà possibile seguire solo i singoli corsi di proprio interesse. Fino a quando sarà necessario, le lezioni si svolgeranno con la modalità dell’aula virtuale e potranno essere consultate anche successivamente alla diretta sulla piattaforma di formazione a distanza predisposta da Mefop.

Per un dettaglio dei programmi e dei costi vi invitamo a consultare la pagina dedicata ai Percorsi avanzati di gestione finanziaria per gli investitori istituzionali

PER APPROfoNDIRE

Consulta la Pillola 134 - Aggiornamento Iorp2

L'accesso a tutte le pillole Mefop, nonchè ai successivi aggiornamenti e approfondimenti, è riservato ai soli soggetti che abbiano attivato il servizio in abbonamento.

Per informazioni sul servizio pillole visita il sito Mefop o invia una mail a: legale@mefop.it.

Vai all' elenco delle Pillole Mefop

 

 

Categorie: Fondi pensione
  • Lorenzo Cicerocicero@mefop.it

    In Mefop dal 2008. Avvocato. Laureato in Giurisprudenza. È responsabile della consulenza e della formazione in materia legale, nonché del servizio Pillole. Collabora alla redazione delle pubblicazioni giuridiche.

LASCIA UN COMMENTO

Mefop è aperta ai commenti degli utenti (non più di 1.500 caratteri). Non verranno pubblicati i messaggi chiaramente ingiuriosi. Leggi l'informativa sulla privacy

Il campi segnalati da (*) sono obbligatori