Home > Blog > Aggiornamento normativo e fiscale di novembre 2018: cosa è emerso

Blog Mefop

Aggiornamento normativo e fiscale di novembre 2018: cosa è emerso

03/12/2018 - Paolo Pellegrininessun commento

Si è svolto a Milano (il 26 novembre, presso ACLI) e a Roma (il 30 novembre presso la Cassa Forense) il consueto appuntamento autunnale di Mefop sulle novità normative e fiscali dedicato ai fondi pensione.
Si è trattato di un doppio appuntamento molto partecipato (tra Milano e Roma si è registrata la presenza di  circa 260 ospiti), nel corso del quale si è avuto modo di fare il punto sulle novità intervenute nell’anno in chiusura e su quelle in cantiere.

L’apertura dei lavori è stata affidata al prof. Sandulli, che ha provato a immaginare i tratti salienti della quota 100 ed il relativo impatto sul sistema della previdenza di base, nonché gli effetti sulla complementare.

Con riferimento al tema della flessibilità in uscita e del ruolo della previdenza complementare a questo proposito, Lorenzo Cicero ha poi riepilogato le caratteristiche della RITA in vigore, non mancando di evidenziare le difficoltà e le prassi applicative emerse nel corso del confronto con gli operatori e nei recenti workshop Mefop.

Si è poi fatto il punto sugli aspetti di impatto del decreto di recepimento della direttiva Iorp 2, soprattutto sul versante dell’istituzione delle funzioni fondamentali (gestione del rischio, revisione interna e attuariale), mettendo comunque in evidenza alcuni elementi rilevanti che potrebbero riguardare anche la trasparenza (cfr. a riguardo il documento EIOPA sul prospetto delle prestazioni pensionistiche).

Da ultimo si sono analizzate in via di sintesi le disposizioni comunitarie all’attenzione del gruppo di lavoro Mefop: il regolamento EMIR, il recepimento prossimo della direttiva Shareholders Rights (la bozza del decreto in consultazione fino al 18 dicembre), le statistiche EIOPA/BCE e gli stress test 2019, senza trascurare il fatto che alcune disposizioni comunitarie hanno già imposto una modifica del D.Lgs. 252/05 con riferimento al diritto alla prestazione pensionistica per chi si trasferisce all’estero e alla possibilità di mantenimento della posizione dopo la perdita dei requisiti (cfr. D.Lgs. 88/2018).

Gruppo di lavoro Mefop sui temi comunitari

Presso Mefop è operativo un gruppo di lavoro che esamina tutte le novità di derivazione comunitaria.
Se vuoi essere aggiornato sulle attività del gruppo di lavoro o sei interessato a farne parte, manda una mail ad Antonello Motroni all’indirizzo motroni@mefop.it.

 

Facendo tesoro di quanto emerso nei recenti workshop Mefop, Lorenzo Cicero ha poi illustrato le recenti determinazioni dell’Osservatorio Mefop-Ufi-Assofondipensione sulla cessione del V del 13 aprile 2018, prospettando  gli spunti di riflessione che potranno essere ulteriormente affrontati in tale sede.

È di seguito toccato a Chiara Costantino fare chiarezza sulla sorte delle c.d. quote multa, alla luce della destinazione per contratto collettivo al solo fondo pensione PerseoSirio (cfr. art. 56-quater del nuovo CCNL), nonché sulla distinzione tra premio di produttività e semplice contributo welfare in caso di destinazione a previdenza complementare.

Quanto agli aspetti fiscali, Flavio De Benedictis è tornato sulla nozione di fiscalmente a carico, che dal 1° gennaio 2019 comprende i figli fino a 24 anni di età che abbiano un reddito fino a 4.000 euro, sull’applicazione della fatturazione elettronica ai fondi pensione e sull’effetto dell’estensione, prevista nel disegno di legge di bilancio, del regime dei contribuenti minimi per i lavoratori autonomi sino a 65.000 euro annui.

Di notevole interesse anche gli interventi dei rappresentanti dell’Agenzia delle Entrate. Sia pure a titolo personale, Vincenzo Leopoldo e Assunta De Cesare, hanno illustrato le proprie considerazioni rispettivamente sul premio di risultato e sulla fiscalità della RITA.

Come di consueto, l’incontro è terminato con le considerazioni conclusive della Covip, nella persona dell’Avv. Elena Moiraghi.Tanti i temi che occupano l’attività dell’Autorità di vigilanza, il principale dei quali è l’avvio della consultazione conseguente al recepimento della Iorp 2. Il corpus della normativa secondaria da aggiornare appare imponente: si va dagli schemi di statuto/regolamento, al provvedimento sulla raccolta delle adesioni, da quello sul controllo interno per i fondi negoziali del dicembre 2003 al provvedimento sulle comunicazioni del 2010 e sulla politica degli investimenti del 2012.

L’occasione è stata utile per formulare quesiti e condividere esperienze pratiche.
Su tutti gli argomenti trattati, Mefop offrirà nei prossimi mesi ulteriori occasioni di confronto e di proficua condivisione.

Sei socio Mefop? Scarica i materiali dell’aggiornamento normativo e fiscale Mefop

 

 

Categorie: Fondi pensione Temi: Novità normative

LASCIA UN COMMENTO

Mefop è aperta ai commenti degli utenti (non più di 1.500 caratteri). Non verranno pubblicati i messaggi chiaramente ingiuriosi. Leggi l'informativa sulla privacy

Il campi segnalati da (*) sono obbligatori