Home > Blog > Bilateralità e sanità integrativa: la "doppia sfida" del progetto formativo Mefop 2020

Blog Mefop

Bilateralità e sanità integrativa: la "doppia sfida" del progetto formativo Mefop 2020

03/02/2020 - Damiana Mastantuononessun commento

Il ridimensionamento della risposta pubblica in chiave di sostegno del reddito e welfare ha generato negli ultimi anni un accentuato dinamismo del sistema delle relazioni sindacali nella creazione di istituti/enti bilaterali operanti nelle aree delle politiche attive del lavoro e più in generale del welfare.

Accanto alle forme più storiche e collaudate di bilateralità – rapportabili a tipizzazioni normative più o meno marcate, come quella dei fondi pensione o dei fondi sanitari - si fanno spazio anche forme atipiche di bilateralità finalizzate alla copertura di bisogni complessivi di welfare dei lavoratori. Tra gli enti bilaterali, un ruolo preponderante è sicuramente assunto dai fondi sanitari integrativi che continuano a crescere di importanza in un contesto normativo ancora poco strutturato.

Una simile evoluzione necessita di essere accompagnata da un percorso di divulgazione che conduca i beneficiari a conoscere meglio le regole del gioco di strumenti cui spesso si risulta – in quanto lavoratori- automaticamente iscritti. Ma prima che ciò avvenga in modo completo, è necessario lavorare sulla conoscenza specifica dei soggetti che sono chiamati ad amministrare tali enti e a rispondere della corretta gestione delle stesse, spesso senza le adeguate cautele.

Mefop ha disegnato la sua offerta formativa sulla bilateralità e sulla sanità integrativa orientandosi alle diverse esigenze di questo sistema e con un obiettivo duplice, da una parte strutturare nuove professionalità sul mercato e nuove leve per il settore, dall’altra elevare i livelli di competenza degli amministratori e operatori.

   

Nasce così il Master di II livello BIWELF promosso da Mefop e Luiss, che si aggiunge alla collaudata formula dei corsi executive. La formula utilizzata sia per il master che per il Corso BI.WELF per amministratori della bilateralità è resa particolarmente interessante dalla partecipazione diretta sia in fase progettuale che operativa delle stesse parti sociali.

L’impegno formativo di Mefop, infatti, va di pari passo con l’attività istituzionale che la società mette in campo sulle tematiche in questione. Quasi mai la formazione si riduce ad un processo comunicativo unilaterale, caratterizzandosi invece anche come un mezzo per valorizzare l’attività di ricerca e “policy” svolta sui tavoli di lavoro che la società sviluppa con stakeholders e Istituzioni. 

Attraverso l’attività promozionale, di collaborazione e di monitoraggio che le parti hanno svolto nel progetto formativo, Mefop è riuscita a fornire una risposta effettiva alle esigenze di rafforzamento delle competenze specifiche dei board degli enti bilaterali. Nel contempo è stato possibile mettere in contatto tanti giovani neolaureati sia con i soggetti istitutori degli enti bilaterali che con le strutture operative (attraverso le testimonianze dirette in aula e l’esperienza dello stage curriculare che viene offerta a tutti i masterandi).

Ai percorsi più strutturati, tipici della formula Corso professionalizzante e master, Mefop associa il modello del corso executive, quale percorso formativo flessibile alle esigenze di chi lavora e finalizzato ad affrontare i temi più operativi della sanità integrativa; il riferimento è al Corso in Sanità pubblica e privata e il Corso La gestione del rischio nei fondi sanitari integrativi.

 

 

Categorie: Fondi sanitari Temi: Sanità integrativa
  • Damiana Mastantuonomastantuono@mefop.it

    In Mefop dal 2000. Avvocato Specialista in lavoro e previdenza. Laureata con lode in Giurisprudenza. É responsabile della formazione e dei "progetti speciali" di Mefop e collabora alle attività dell'area normativa e istituzionale.

LASCIA UN COMMENTO

Mefop è aperta ai commenti degli utenti (non più di 1.500 caratteri). Non verranno pubblicati i messaggi chiaramente ingiuriosi. Leggi l'informativa sulla privacy

Il campi segnalati da (*) sono obbligatori