Home > Finestra sulla previdenza > Normativa > Risoluzione 26/E/2018 IVA Banche depositarie

Finestra sulla previdenzaNovità da Mefop

09/04/2018

Risoluzione 26/E/2018 IVA Banche depositarie

Sul sito dell'Agenzia delle entrate è stata pubblicata la Risoluzione N. 26/E del 06/04/2018 sul trattamento IVA delle prestazioni rese dalle banche depositarie.

L'Amministrazione finanziaria ha premesso che, per effetto del recepimento della direttiva 2014/91/UE, il depositario non può più erogare il servizio di calcolo NAV in regime di affidamento che aveva caratterizzato il modello di business oggetto dell’analisi svolta con la risoluzione n. 97/E del 2013. La percentuale di imponibilità del 28,3 non appare, quindi, più adeguata a quantificare le attività imponibili ad IVA rispetto al totale della attività prestate indistintamente dalle banche depositarie.

L'Agenzia delle entrate ha concluso sulla necessità di un tempestivo adeguamento delle convenzioni già esistenti piuttosto che di redazione di eventuali nuove convenzioni, al fine di dare distinta evidenza ai corrispettivi pattuiti per i vari servizi resi dalla banca depositaria, identificando in modo specifico i diversi servizi e il regime IVA cui gli stessi debbono essere assoggettati. In considerazione dell’affidamento generato in capo agli operatori dalle indicazioni fornite dalla risoluzione n. 97/E del 2013, non sono irrogabili le sanzioni amministrative per il periodo d’imposta 2017.

In allegato la Risoluzione N. 26/E